• Spedizioni Gratuite con ordini da € 29,00

Proteine del latte Whey Isolate (WPI)

  • Recensioni:
Una delle funzioni delle proteine è quella di contribuire al mantenimento ed alla crescita della massa muscolare. Le proteine del siero di latte (Whey Protein), a seconda del metodo estrattivo utilizzato hanno diverse caratteristiche, purezza e valore biologico (VB), possono essere divise in tre gruppi: whey concentrate (WPC), whey isolate (WPI) oppure whey idrolizzate (WPH).

Proteine del latte Isolate (WPI: Whey Protein Isolated)

Le proteine isolate del siero sono ottenute mediante processi che permettono di ottenere un prodotto finale di elevata qualità, con valori biologici elevati (vicino a 100), un contenuto di grassi e carboidrati molto basso ed un tenore di lattosio intorno all’1% o meno.
La percentuale proteica delle WPI è molto elevata, si va dall’80 al 90%, a seconda del gusto e della materia prima utilizzata. Valori proteici intorno al 95% sono da considerarsi “falsati” o da una larga approssimazione del produttore oppure dall’aggiunta di aminoacidi (bcaa, creatina, glutammina ecc) alla miscela. L’aggiunta di aminoacidi innalza il valore proteico ma non quello biologico.

Quindi, se vuoi assumere un prodotto puro, di qualità e con un elevato valore biologico il consiglio è: meglio un prodotto con percentuale proteica dell’82% composta da sole proteine che un prodotto con percentuale proteica del 95% composta da proteine ed aminoacidi.

La digestione ed il rilascio aminoacidico delle proteine whey isolate è molto veloce, per cui sono ottime in qualsiasi momento della giornata (colazione o spuntino) oppure dopo l’allenamento per sfruttare la sintesi proteica indotta dagli aminoacidi essenziali presenti nella polvere proteica.

Considerando i criteri per la valutazione della qualità delle proteine, quelle del siero di latte isolate sono tra le più pure, migliori delle whey concentrate (WPC) poiché hanno un VB superiore, contengono meno grassi, meno carboidrati, meno lattosio ed una percentuale proteica più elevata.

Microfiltrazione a flusso incrociato (CFM)

Procedimento costoso ed innovativo per l'estrazione delle proteine del latte isolate.

Al momento il CFM (Cross Flow Microfiltration) è il migliore metodo in assoluto tra quelli a disposizione per i processi sia di concentrazione quanto di isolamento proteico. Inoltre il flusso incrociato evita di modificare il contenuto delle varie frazioni proteiche, come ad esempio le β-lattoglobuline e le α-lattoalbumine, cosa che invece viene causata dallo scambio ionico.

Per maggiori approfondimenti puoi consultare questo articolo del nostro blog

Ricevi uno sconto del 15%

Iscriviti alla Newsletter
  • © BestBody.it - P. iva 01324020450 - Massa Carrara - MS131695 - Cap. sociale €100.000 i.v.
  • Ecommerce by Daisuke