• Spedizioni Gratuite con ordini da € 29,00

Cardo Mariano: pianta alleata per il benessere epatico e non solo

STAFF (CEO & Founder)
17 Agosto 2023
Scopri le incredibili proprietà del cardo mariano, una pianta mediterranea che promuove la salute del fegato grazie al suo principio attivo, la silimarina.
Il mondo delle piante offre una varietà incredibile di soluzioni per la nostra salute. Una di queste soluzioni è offerta dal cardo mariano, un alleato naturale per il nostro fegato. Ma cosa rende questa pianta così speciale? Scopriamolo insieme.

Origini e caratteristiche del cardo mariano

Il cardo mariano (Silybum marianum) è una pianta robusta e affascinante. Nel suo primo anno, sviluppa una rosetta di foglie alla sua base e, nell'anno successivo, una stelo floreale che può estendersi fino a 150 cm. Questa pianta biennale ha una struttura glabra e spinosa. Il suo stelo è solido, striato e si divide in rami eretti. Alcune parti superiori possono essere lisce o avere un aspetto simile a una tela di ragno. Ha radici forti che possono addolcire terreni difficili.

Le foglie del cardo mariano sono particolarmente distintive. Hanno bordi ondeggianti e sono suddivise in sezioni triangolari che terminano con spine aguzze. La superficie delle foglie ha un colore verde brillante con macchie bianche. Le foglie più grandi, che crescono alla base, possono essere lunghe fino a 40 cm, mentre quelle sullo stelo sono più corte e meno frastagliate.

Quando fiorisce, produce capolini sferici e grandi, posizionati in cima a lunghi steli. Questi capolini sono circondati da robuste brattee che formano un guscio protettivo. Durante il periodo di fruttificazione, queste brattee tendono ad abbassarsi.

I fiori tubolari del cardo mariano sono di solito porpora. Hanno una struttura di quattro strati e cinque elementi per strato. I fiori sono bisessuati e, in rari casi, alcuni potrebbero essere sterili.

Dettagli interessanti dei fiori includono:
  • Il calice ridotto a una piccola corona.
  • Una corolla viola composta da un tubo sottile con cinque piccoli lobi.
  • Cinque stami distinti che circondano lo stilo.
  • Uno stilo sottile con due stigmi.
Questi fiori sbocciano durante la primavera, principalmente tra aprile e maggio del secondo anno.

I frutti della pianta sono semi sottili chiamati acheni. Hanno una forma leggermente compressa e sono dotati di una corona di setole all'apice, che li aiuta a diffondersi con il vento. Questi frutti maturano in estate, pronti a iniziare un nuovo ciclo di vita per il cardo mariano.

A cosa serve il cardo mariano?

Se ti stai chiedendo a cosa serve il cardo mariano e quali sono gli effetti del suo estratto (silimarina) devi sapere che sin da tempi antichi, il cardo mariano ha trovato la sua fama non solo come alimento ma anche come rimedio per diversi disturbi, in particolare quelli di origine epatica.

Benefici del Cardo Mariano

  • Protezione Epatica: Questa pianta ha un'incredibile capacità epatoprotettiva, difendendo il fegato da agenti tossici come l'alcol e alcuni farmaci.
  • Rigenerazione del Fegato: Stimola la rigenerazione degli epatociti, le principali cellule del fegato.
  • Proprietà Galattogene: A volte suggerito durante l'allattamento, può promuovere la produzione di latte.
  • Salute dei Capillari: Fortifica le pareti dei capillari, rendendole più robuste.
  • Antiossidante: Contro il danno dei radicali liberi, agisce come un potente antiossidante.

Silimarina: il cuore delle proprietà del cardo mariano

Il vero segreto dietro l'efficacia del cardo mariano risiede nella silimarina, una miscela di flavolignani. Questa miscela, composta da silibina, isosilibilina, diidrossisilibilina, silidianinina e silicristina, si trova in concentrazioni particolarmente alte nel frutto della pianta. Oltre alla silimarina, il cardo mariano contiene anche steroli, flavonoidi, proteine e oli vegetali, come gli acidi oleico, linolenico e palmitico. Questi componenti, benché possano essere separati, sono essenziali per comprenderne a pieno i benefici.

Utilizzo e dosaggi del cardo mariano

La medicina omeopatica fa uso della tintura madre del cardo mariano, ottenuta dai suoi frutti. Questa forma rispecchia tanto le antiche tradizioni popolari quanto le moderne scoperte della fitoterapia.

Nel mercato odierno, il cardo mariano è frequentemente venduto come estratto secco, tipicamente in capsule da 200-250mg di estratto secco di Cardo mariano, con titolazioni in silimarina intorno al 50-80%.

Integratori di cardo mariano

Il Cardo Mariano può essere presente negli integratori come singolo componente o come parte di una miscela, di seguito i più venduti e apprezzati disponibili su Bestbody:

Conclusione

Il cardo mariano, con la sua ricca storia e le numerose proprietà benefiche, rappresenta un pilastro nella fitoterapia. Che tu stia cercando di proteggere il tuo fegato o semplicemente di integrare la tua dieta con prodotti naturali, il cardo mariano potrebbe essere l'alleato che stavi cercando. Come sempre, prima di iniziare qualsiasi regime di supplementazione, consulta un professionista della salute.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali, hanno carattere divulgativo e orientativo e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata e prima di assumere integratori è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un professionista esperto di nutrizione.

Sconto Newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere il codice sconto del 10% via mail
  • Copyright © 2024 - Bestbody.it è un brand di Talea Group S.p.a.
  • Via Marco Polo, 190 - 55049 Viareggio (LU) - P.IVA 02072180504
  • Software Ecommerce by Daisuke
Registrati