• Spedizioni Gratuite con ordini da € 29,00

Cos’è il somatotipo e come influisce su dieta e allenamento

COLLABORATORE
02 Agosto 2023
Il somatotipo è un sistema di classificazione delle nostre caratteristiche morfologiche, fisiche, comportamentali e psichiche.
Il somatotipo è un sistema di classificazione delle caratteristiche morfologiche, fisiche, comportamentali e psichiche dell’essere umano. Questo sistema fu inventato dal medico e psicologo statunitense William Herbert Sheldon che, nel suo volume “The varieties of human physique” del 1940, presentò le sue nuove linee guida per la classificazione dell’essere umano.

Queste abbracciavano una lunga tradizione di studi sulla costituzione, intesa come complesso delle caratteristiche morfologiche, funzionali e comportamentali di un individuo. Nonostante la popolarità, in un contesto storico ancora molto propenso ad accettare le teorie dell’eugenetica, la dottrina dei somatotipi di Sheldon venne successivamente confutata ed etichettata come inconsistente.

Ad oggi la correlazione inscindibile tra il tipo di fisico, l’indole e il comportamento è stata ampiamente superata. Infatti, molti studi in ambito medico e sportivo considerano i somatotipi nella loro accezione meramente descrittiva delle caratteristiche del fisico.

Secondo questa classificazione le persone si dividono in 3 somatotipi: endomorfo, mesomorfo ed ectomorfo. Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche di ogni somatotipo, con alcuni suggerimenti utili sulla dieta e l’allenamento più indicati per ciascuno.

Endomorfo: significato, caratteristiche, dieta e allenamento

Un endomorfo è una persona che accumula grasso con facilità ed ha difficoltà a perdere peso e in genere ha un metabolismo lento. Il fisico di un endomorfo uomo o donna è spesso di forma tondeggiante, con spalle larghe e un’ossatura robusta, un addome protuberante e una vita larga.

Considerate le precedenti caratteristiche la dieta di un endomorfo dovrebbe essere tendenzialmente ipocalorica, quindi, considerando una generale ridotta sensibilità insulinica, con un ridotto apporto di carboidrati e grassi e un corretto bilanciamento di proteine.

L’allenamento per un endomorfo dovrebbe essere incentrato sull’attività cardio e sui pesi. L’attività cardio serve per aumentare il dispendio energetico e bruciare i grassi in eccesso. L’attività con i pesi invece aiuta a migliorare la composizione corporea e contribuire alla perdita di peso.

Mesomorfo: significato, caratteristiche, dieta e allenamento

Il somatotipo mesomorfo comprende in genere persone con una buona predisposizione all’attività fisica, una discreta forza muscolare e un metabolismo attivo. Il fisico di un mesomorfo, che sia donna o uomo, è caratterizzato in genere da un apparato muscolare ben sviluppato, con poco grasso corporeo, fianchi stretti e una cute spessa.

Per quanto riguarda l’alimentazione, poiché questi individui hanno una buona sensibilità insulinica, la dieta per mesomorfo dovrebbe essere prevalentemente bilanciata con un buon apporto di carboidrati, proteine e grassi con una quota calorica leggermente più alta di quella del mantenimento. L’allenamento per un mesomorfo può essere intenso e prolungato, in quanto si tratta di persone che sopportano un volume di allenamento più elevato e, in genere, rispondono bene agli stimoli muscolari.

Il cardio può essere limitato a un paio di workout a settimana, concentrandosi invece su un tipo di allenamento ipertrofico e incorporando periodicamente nelle ruotine di allenamento sistemi in multifrequenza e l’heavy duty.

Ectomorfo: significato, caratteristiche, dieta e allenamento

Gli ectomorfi sono invece persone con un metabolismo iperattivo, una generale tendenza catabolica e difficoltà nell’aumento della massa muscolare e all’accumulo di peso e grasso. Il fisico di un ectomorfo appare longilineo, con una struttura fragile e ossa sottili, arti lunghi e una corporatura piuttosto esile.

Poiché si tratta in genere di persone esili e longilinee, la dieta di un ectomorfo dovrebbe essere ipercalorica, ma sempre caratterizzata da un’alimentazione di qualità, andando a selezionare con cura gli alimenti per raggiungere un’adeguata composizione corporea.

L’allenamento per un ectomorfo quindi dovrebbe essere incentrato sullo sviluppo della massa muscolare, ad esempio attraverso l’attività con i pesi, al contrario limitando il cardio al raggiungimento di un’adeguata salute cardiovascolare. Il lavoro con i pesi in palestra permette di aumentare la massa ma anche forza e volume allenante.

I migliori integratori bruciagrassi termogenici

In base al somatotipo è possibile identificare alcuni consigli specifici per l’allenamento e la dieta.

Ad ogni modo, a prescindere dal somatotipo è importante seguire un’alimentazione sana e bilanciata e fare regolarmente attività fisica. Tuttavia, in alcune circostanze, come il dimagrimento, alcuni somatotipi possono ricorrere anche ai termogenici, ossia integratori alimentari che, se inseriti in uno stile di vita adeguato, aiutano a perdere peso e dimagrire.

Si tratta di prodotti che stimolano la termogenesi, ovvero un processo metabolico che consiste nella produzione di calore da parte dell’organismo per regolare la temperatura e, nel contesto della dieta e dell’allenamento, accelerare il metabolismo. Ciò è possibile grazie a sostanze con proprietà termogenetiche, come caffeina, guaranà, tè verde, arancio amaro, matè e teobromina.

Ecco alcuni dei migliori integratori dimagranti termogenici disponibili su Bestbody.it:
  • Cut Off di Bestbody: è un integratore termogenico con caffeina ed estratti vegetali, che stimolano il metabolismo e contribuiscono all’equilibrio del peso corporeo.
  • Ai-Burn® di Yamamoto Nutrition: si tratta di termogenici per il controllo del peso, coadiuvanti delle diete per la perdita del peso corporeo, disponibili in vari formati, gusti e composizione.
  • Lipo X di Bestbody: è un integratore termogenico con caffeina ed estratti vegetali, che stimolano il metabolismo e contribuiscono all’equilibrio del peso corporeo.
  • Ripped Burn di Self Nutrition: si tratta di un integratore bruciagrassi per la perdita del peso con caffeina, per potenziare i processi di termogenesi ed estratto vegetali ricchi di antiossidanti.

Domande frequenti

Cosa vuol dire somatotipo?

Un somatotipo indica le caratteristiche morfologiche di un individuo in base principalmente alla sua costituzione muscolo-scheletrica.

Come faccio a sapere che tipo di somatotipo sono?

Per sapere il proprio somatotipo bisogna valutare una serie di caratteristiche morfologiche individuali.

Quali sono i tre somatotipi?

I tre somatotipi, inizialmente individuati dallo psicologo e medico statunitense William Herbert Sheldon nel 1940 ed ancora oggi utilizzati in ambito medico-sportivo, sono endomorfo, mesomorfo ed ectomorfo.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali, hanno carattere divulgativo e orientativo e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata e prima di assumere integratori è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un professionista esperto di nutrizione.

Sconto Newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere il codice sconto del 10% via mail