• Spedizioni Gratuite con ordini da € 29,00

Che cos’è e a cosa serve la citicolina

COLLABORATORE
14 Settembre 2023
La citicolina è una molecola con effetti psicostimolanti e nootropi, che si trova naturalmente nell’organismo. Scoprine tutti i benefici.
La citicolina o CDP-colina o citidin 5'-difosfocolina, è una molecola con effetti psicostimolanti e nootropi, che si trova naturalmente nell’organismo e che è in grado di incrementare globalmente le capacità cognitive ed esplicare attività neuroprotettiva.

L'uso della citicolina, non a caso, trova impiego soprattutto come trattamento di supporto in presenza di disturbi e patologie cerebrovascolari di natura diversa.

Essa è un intermediario della biosintesi della fosfatidilcolina, ossia un fosfolipide essenziale per la costituzione delle membrane plasmatiche delle cellule.

La fosfatidilcolina è una molecola contenuta in numerosi alimenti, tra cui la lecitina di soia, il fegato e anche il tuorlo dell’uovo, ed è anche precursore dell’acetilcolina, ossia uno tra i principali neurotrasmettitori che esplica effetti sia eccitatori che inibitori a seconda dei recettori e dei tessuti su cui agisce, regolando la memoria, le funzioni cognitive, la comunicazione tra i neuroni e proteggendo le strutture neuronali ai danni ossidativi.

Qual è il meccanismo d’azione della citicolina

La citicolina esplica la sua azione andando a stimolare la produzione di neurotrasmettitori, tra cui appunto l’acetilcolina e fornendo le molecole necessarie alla sua sintesi.

Oltre a sostenere le funzioni cerebrali, la citicolina promuove la sintesi dei fosfolipidi, incrementa il flusso ematico cerebrale e svolge un'azione correttiva sulle dislipidemie.

La citicolina è un composto idrosolubile con una biodisponibilità molto elevata; questo implica che la citicolina venga assorbita rapidamente e quindi convertita nei suoi due metaboliti principali: colina e citidina.

Citicolina: utile per le funzioni cerebrali

Dopo somministrazione orale o parenterale, la CDP-colina rilascia i suoi due componenti principali, citidina e colina. Una volta assorbite, la citidina e la colina si disperdono ampiamente in tutto l'organismo, attraversano la barriera ematoencefalica e raggiungono il sistema nervoso centrale, dove vengono incorporate nella frazione fosfolipidica della membrana e nei microsomi.

La CDP-colina attiva la biosintesi dei fosfolipidi strutturali nelle membrane neuronali, aumenta il metabolismo cerebrale e agisce sui livelli di vari neurotrasmettitori. Pertanto, è stato dimostrato sperimentalmente che la CDP-colina aumenta i livelli di noradrenalina e dopamina nel sistema nervoso centrale.

Grazie a queste attività farmacologiche, la CDP-colina ha un effetto neuroprotettivo in situazioni di ipossia e ischemia, nonché un miglioramento delle prestazioni di apprendimento e memoria in modelli sperimentali animali di invecchiamento cerebrale e un ottimo effetto anche sulle affezioni di natura psico/emotiva come la depressione. Inoltre, è stato dimostrato che la CDP-colina ripristina l'attività dell'ATPasi mitocondriale e dell'ATPasi Na+/K+ di membrana, inibisce l'attivazione della fosfolipasi A2 e accelera il riassorbimento dell'edema cerebrale.

Nel trattamento di pazienti con malattia vascolare cerebrale acuta di tipo ischemico, la CDP-colina ha accelerato il recupero della coscienza e del deficit motorio, ottenendo un risultato finale migliore e facilitando la riabilitazione di questi pazienti. L'altro uso importante della CDP-colina è nel trattamento del deterioramento cognitivo senile, che è secondario a malattie degenerative (ad esempio il morbo di Alzheimer). Nei pazienti con ischemia cerebrale cronica, la CDP-colina migliora i punteggi nelle scale di valutazione cognitiva, mentre nei pazienti con demenza senile di tipo Alzheimer rallenta l'evoluzione della malattia, oltre ad aver dimostrato di essere efficace anche come co-terapia per il morbo di Parkinson. Sono stati descritti effetti neuroendocrini, neuroimmunomodulatori e neurofisiologici benefici.

I migliori integratori per aumentare le prestazioni cognitive e la concentrazione

La citicolina ha dimostrato proprietà di potenziamento cognitivo e neuroprotettive in precedenti studi preclinici e clinici, e può aumentare la sintesi della dopamina, migliorando l'attività della tirosina idrossilasi, che inibisce la ricaptazione della dopamina a livello della sinapsi: uno studio sugli animali, sulla somministrazione di citicolina esogena per 28 giorni, ha infatti dimostrato un aumento del rilascio di dopamina. Considerando che la dopamina è coinvolta in varie funzioni, tra cui il movimento e l'attenzione, e che studi precedenti hanno rilevato relazioni tra la funzione cognitiva del lobo frontale e l'elaborazione della dopamina striatale, la citicolina può essere un candidato promettente per migliorare le capacità motorie e di attenzione.

Un supporto quindi per migliorare la memoria e in generale per il miglioramento del benessere mentale e fisico è offerto dagli integratori per aumentare e sostenere le funzioni cognitive e la concentrazione, integratori alimentari che possono aiutare a migliorare la memoria, la concentrazione, le prestazioni fisiche in caso di aumentato bisogno.

Tra i migliori integratori per aumentare e sostenere le funzioni cognitive e la concentrazione in vendita su Bestbody.it, si possono trovare questi prodotti:
  • Citicolina di Syform: integratore alimentare a base di citicolina, funge da substrato per la produzione di acetilcolina, che è tra i principali neurotrasmettitori in grado di favorire la memoria e le prestazioni cerebrali.
  • Optigen Cognizin di Yamamoto Research: integratore alimentare a base di citicolina X, utile per migliorare le funzionalità della memoria e la capacità di concentrazione e apprendimento.

Domande frequenti

A cosa serve la citicolina?

La citicolina è una sostanza con attività psicostimolanti e nootrope. A livello biochimico è un intermedio essenziale nella via biosintetica dei fosfolipidi strutturali delle membrane cellulari, comprese quelle neuronali, che aumenta il metabolismo cerebrale e agisce sui livelli di vari neurotrasmettitori.

Quali sono le controindicazioni nell’assunzione di un integratore a base di citicolina?

Le controindicazioni nell’utilizzo della citicolina riguardano: l’ipersensibilità verso i componenti o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; gravidanza e allattamento, in quanto il rischio di effetti dannosi a carico del feto e/o del lattante a seguito di assunzione/somministrazione di citicolina non è escluso e pertanto l’uso di citicolina in gravidanza e/o nell’allattamento è da riservare, a giudizio del medico curante, ai casi di assoluta necessità.

In generale non sono stati segnalati effetti collaterali correlati alla somministrazione di citicolina, ma è bene sottolineare che la sua somministrazione non sostituisce tutti quei provvedimenti terapeutici che possono essere indicati nelle varie condizioni morbose, bensì li affianca e li integra.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali, hanno carattere divulgativo e orientativo e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata e prima di assumere integratori è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un professionista esperto di nutrizione.

Sconto Newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere il codice sconto del 10% via mail
  • Copyright © 2024 - Bestbody.it è un brand di Talea Group S.p.a.
  • Via Marco Polo, 190 - 55049 Viareggio (LU) - P.IVA 02072180504
  • Software Ecommerce by Daisuke
Registrati